Per una migliore esperienza, mantieni il tuo browser aggiornato. Controlla qui le ultime versioni.

Integrated Systems Engineering

Integrated Systems Engineering (ISE) è una società di bio-ingegneria altamente specializzata nella progettazione e sviluppo di strumenti biomedicali ed in particolare nel settore della tecnologia di Tissue Microarray. Inoltre, ha un’attività di ricerca e servizi dedicata alle cellule staminali riprogrammate umane (hiPSCs), e nello sviluppo di e caratterizzazione di organoidi e sferoidi.



Integrated Systems Engineering (ISE) è una piccola Impresa con capitale privato, con sede operativa presso OpenZone, dove si trovano gli uffici di progettazione e sviluppo. Ha inoltre, una sede commerciale negli Stati Uniti presso il CIC Philadelphia (www.cic.com).


 

ISE ha comprovata esperienza nei seguenti settori:

  1. Bio-ingegneria con pluriennale esperienza nello studio, progettazione e sviluppo della Tecnologia di Tissue Microarray (TMA) piattaforma utilizzata nella ricerca e validazione di biomarcatori tumorali;

  2.  Nella realizzazione e gestione di Biobanche;

  3. Nella generazione e caratterizzazione di cellule staminali riprogrammate umane (hiPSCs), organoidi e sferoidi tumorali.


ISE ha partecipato sia come coordinatore che come partner, a diversi progetti di ricerca, finanziati da EU (FPx, H2020), Nazionali e Regionali.

ISE nasce nel 1986 e con lo sviluppo del Galileo Tissue Microarrayer (TMA) diventa uno dei leaders del settore. I migliori centri di ricerca USA (es. Mayo Clinic, Mount Sinai, MD Anderson, etc.) ed Europei (IEO, INT, Gemelli e UNITV di Roma, etc.) hanno scelto il Galileo TMA per le loro ricerche e applicazioni.

Nel 1999 ISE entra nel modo delle Biobanche realizzando nel 2003 “BioRep”, ovvero la prima Banca Biologica privata Italiana, (del Gruppo SAPIO).

Dal 2011 al 2028 ISE ha sviluppato una “Banca di Cellule Staminali offrendo servizi di Controllo Qualità per hiPSCs a Centri di Ricerca Nazionali ed Internazionali. Nel 2018 ha ceduto alla AirLiquide il ramo di azienda “Stem Cell Banking” realizzando “ISENET Biobanking”.



 

In aggiunta, ISE ha contribuito alla realizzazione di due Biobanche di Popolazione: Biobanca del Qatar e Neuromed, tra le più importanti del settore. 

Le attività di ricerca svolte nel settore Biobanche hanno permesso alla ISE di partecipare a progetti di ricerca Nazionali ed Internazionali, nell’ambito delle malattie Neurodegenerative e nella produzione di piastrine in vitro utilizzando cellule staminali riprogrammate.
Oggi, ISE è attiva nella ricerca di organoidi e sferoidi tumorali, aggregati cellulari importanti per analisi di farmaci in vitro.
 
ISE è l’unica azienda del settore che fornisce tutta la gamma di Tissue Microarrayers in grado di soddisfare le esigenze di ogni cliente.

I prodotti offerti sono:

Gamma completa di Tissue Microarrayers

(Galileo CK4600, CK3600, CK2500 e MicaArray)

Servizi di TMA Custom

X-Blot 100

(Sistema di Ibridizzazione)

p-chip

(Bar-Code per piccoli animali)

Pasquale De Blasio
Managing Director di ISE

ISE per poter sviluppare le sue innovazioni sia nel campo della ricerca ma anche nel campo della strumentazione scientifica, ha necessità di avere uno scambio di idee continuo con Opinion Leaders e ricercatori sia del settore privato che pubblico. OpenZone è il posto ideale per sviluppare idee innovative facendole diventare un prodotto o un servizio.

Ida Biunno
Direttore Scientifico di ISE e Ricercatore Associato UNI-Pavia

ISE ha partecipato a diversi Progetti di Ricerca Europei e Nazionali focalizzandosi sulle qualificazione delle Cellule Staminali Indotte riprogrammate (hiPSCs). Oggi  sta studiando Sferoidi e Organoidi Tumorali, aggregati cellulari importanti per saggi farmacologici.OpenZone è il posto ideale per poter realizzare questi obiettivi.

 

ISE ha continuato a sviluppare la tecnologia del Tissue Microarrayer Galileo, che con il supporto finanziario ricevuto da DIGI-B-CUBE introdurrà soluzioni di Intelligenza Artificiale basata su “deep-learning”  per migliorare e velocizzare la piattaforma TMAtic.
Parallelamente partecipa allo sviluppo delle attività di ricerca descritto nel progetto “Silk-Fusion” che diventerà la base per una nuova proposta Horizon Europe.