Per una migliore esperienza, mantieni il tuo browser aggiornato. Controlla qui le ultime versioni.

Enthera Pharmaceuticals

Enthera è una PMI Biotech innovativa che sta implementando una pipeline di farmaci biologici pionieristici per diverse condizioni autoimmuni per le quali non c’è ancora una terapia disponibile.



Dalla sua fondazione, nel 2016, Enthera rivolge il suo lavoro e la sua attenzione al Diabete di tipo 1 (T1D) e alla malattia infiammatoria intestinale (IBD).


 

Il suo obiettivo è sviluppare trattamenti farmacologici in modo da modificare la malattia, preservando e ristabilendo, però,  le funzioni delle cellule e degli organi coinvolti.

Giovanni Amabile
CEO di Enthera Pharmaceuticals

Abbiamo un approccio rivoluzionario che offre una nuova prospettiva per malattie incurabili come il Diabete di tipo 1 (T1D) e la malattia infiammatoria intestinale (IBD). Attraverso lo sviluppo della nostra pipeline abbiamo l'opportunità di portare una vera speranza ai pazienti in difficoltà e di fornire trattamenti efficaci e sicuri.

uN NUOVO CONCETTO TERAPEUTICO

L' approccio pionieristico di Enthera consiste nel prendere di mira IGFBP3/TMEM219, un nuovo percorso di apoptosi delle cellule staminali coinvolto nello sviluppo e nella progressione di diverse condizioni autoimmuni.

Prendendo di mira l'asse IGFBP3/TMEM219 e la sua disregolazione, Enthera mira a fornire una terapia sicura ed efficace per le malattie autoimmuni con un alto bisogno medico insoddisfatto.

un discovery engine collaudato

Il Discovery Engine proprietario fornisce librerie di anticorpi monoclonali (mAbs) e proteine di fusione che prendono di mira il percorso IGFBP3/TMEM219.

Questi inibitori selettivi abrogano la capacità di legame di IGFBP3 al recettore TMEM219 utilizzando approcci multipli in diverse fasi del percorso.

Fonte: www.entherapharmaceuticals.com/pipeline/
PIPELINE

L'obiettivo attuale è lo sviluppo in-house di due candidati clinici. Ent001, il nostro programma principale, è l'unico farmaco in sviluppo con il potenziale di preservare e ripristinare il compartimento delle cellule beta pancreatiche endogene nella T1D così come la struttura originale dell'intestino nella IBD, al fine di ristabilire la funzione dell'organo.